Consegnati 57 Alloggi Popolari in Via Ospedaletto

CONSEGNATI 57 ALLOGGI POPOLARI IN VIA OSPEDALETTO

Oggi pomeriggio, in via Ospedaletto, è avvenuta la consegna materiale di 57 alloggi popolari dell'Istituto Autonomo Case Popolari. Sono intervenuti, tra gli altri, il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, il vice presidente della regione Puglia ed assessore regionale alla Qualità del Territorio, Angela Barbanente ed il direttore generale regionale IACP, Sabino Lupelli.

“Oggi per molte famiglie è un giorno di gioia e si corona un sogno anelato da tanti anni. Prima le case popolari – commenta il Sindaco Giorgino - erano ubicate in zone marginali ed esclusivamente periferiche della città, mentre ora questo insediamento è in un contesto della nostra comunità assolutamente centrale e dotato di servizi. A coloro che sono rimasti esclusi, di cui comprendo la forte delusione, prometto il massimo impegno dell'Amministrazione Comunale per l'attivazione di altri alloggi popolari in un momento socio-economico difficile ed abbiamo, in tal senso, già avviato con Regione Puglia e Iacp un percorso inerente prossimi progetti di social housing.
Ringrazio la Regione Puglia, l'Istituto Autonomo Case Popolari e tutti i componenti dell’Ufficio Casa del Comune di Andria – afferma il Sindaco - che hanno lavorato alacremente per arrivare al conseguimento di questo importante risultato”.

“Andria è un modello di attività svolte in favore dei ceti che oggi più risentono della crisi economica ed hanno bisogno d'aiuto. Siamo contenti del fondamentale lavoro svolto con il Comune di Andria e l'Istituto Autonomo Case Popolari – dichiara il vice presidente della regione Puglia ed assessore regionale alla Qualità del Territorio, Angela Barbanente - perché mai come oggi abbiamo il dovere di fornire risposte concrete ai cittadini. Attraverso la nuova legge regionale in materia di edilizia popolare proseguiremo su questa strada che oggi ha portato ad avere abitazioni di qualità nel cuore di una importante città quale è Andria”.

“Ad Andria ci sono 1600 alloggi popolari – dichiara il direttore generale regionale IACP, Sabino Lupelli – che rappresentano il secondo insediamento abitativo nel territorio. A breve saranno appaltati altri 36 alloggi nel quartiere di San Valentino e prevediamo altri interventi in città di social housing per dare una risposta a chi, in questo difficile momento, vede nell'edilizia pubblica una valida alternativa all'edilizia privata. Alle famiglie che da oggi abiteranno in queste moderne case – prosegue Lupelli - l'invito ad essere orgogliosi e felici di vivere in un contesto di edilizia di prim'ordine dove nessuno è ghettizzato”.

IACP IACP

IACP - Tutto Pronto

Tutto Pronto...

Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio Foto 23 Gennaio

IACP - Tutto Pronto

Tutto Pronto...

Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre Foto 07 Ottobre

IACP - come procede al 05/Luglio/2013

Come Procede...

Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio Foto 05 Luglio

IACP - come procede al 02/Aprile/2013

Come Procede...

Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile Foto 02 Aprile

IACP - come procede al 27/Settembre/2012

Come Procede...

Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre Foto 27 Settembre

Alloggi IACP Quartiere Europa: iniziati oggi i lavori

ALLOGGI IACP QUARTIERE EUROPA:INIZIATI OGGI I LAVORI

Il settore tecnico dello Iacp di Bari ha comunicato ufficialmente al Comune di Andria che oggi sono iniziati i lavori - fermi da tempo alla sola fase di apertura del cantiere - per la realizzazione, in via Ospedaletto - quartiere Europa, di 6 nuovi fabbricati per complessivi 57 alloggi.

Dopo che nei giorni scorsi il settore Pianificazione del Territorio aveva rilasciato il nuovo permesso di costruire perchè il vecchio era scaduto, lo Iacp ha consegnato i lavori all'impresa esecutrice, la DOM.Mar. Srl di Caivano (Napoli), e quest'oggi il cantiere è entrato in piena attività.

Leggi tutto...

IACP: ripresa lavori

MATERA (VICE-SINDACO): “LO IACP ASSICURA RIPRESA LAVORI ALLOGGI VIA OSPEDALETTO”

Riprenderanno a breve i lavori – fermi da tempo alla sola fase di apertura del cantiere - per la realizzazione, in via Ospedaletto - quartiere Europa, di 6 nuovi fabbricati dell'Istituto Autonomo Case Popolari per complessivi 57 alloggi.

I lavori - ha assicurato il direttore generale dello Iacp di Bari, avv. Lupelli, al Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, avv. Pierpaolo Matera che lo ha sollecitato in questi giorni – riprenderanno rapidamente perchè il nuovo responsabile del procedimento e direttore dei lavori sarà presto in grado di effettuarne la consegna all'impresa non appena l'ufficio tecnico comunale avrà rilasciato il nuovo permesso di costruire, dopo che è scaduto il precedente.“Formalizzato anche questo passaggio non vi saranno più ostacoli, come mi ha assicurato l'avv. Lupelli – spiega il Vice Sindaco avv. Matera - alla riapertura del cantiere, definito giustamente fantasma in questi anni, visti gli enormi ritardi accumulatisi.

Ora vigileremo,insieme al Comitato del Quartiere Europa che in questi anni è stato sempre vigile pungolando costantemente le autorità competenti, perchè l'avvio dei lavori di costruzione dei 57 alloggi sia effettivo e rapido e che non vi siano altri ostacoli procedurali. La fame di case popolari è nota, cresce ogni giorno e non possiamo permetterci altri ritardi”